in Bitcoin

Bitcoin può essere rovesciato da Tether in termini di volume di transazioni giornaliere. Ecco cosa significa per BTC

Tether sta per eclissare Bitcoin in termini di valore di transazione giornaliera, secondo i dati di CoinMetrics.

Il Flagship stablecoin Tether (USDT) è sull’orlo del superamento del valore transazionale di Bitcoin System, secondo un recente rapporto di Bloomberg che cita i dati di CoinMetrics.

Il co-fondatore dell’azienda, Nic Carter, stima che il „flippening“ potrebbe avvenire già in questo trimestre:

„A questo ritmo, sembra che Tether da solo prenderà Bitcoin entro un mese o due“.

Una moneta criptata da 10 miliardi di dollari

La base monetaria di tutte le monete stabili è salita a più di 12 miliardi di dollari da meno di 3,8 miliardi di dollari nel secondo trimestre.

Come riportato da U.Today, l’offerta circolante di Tether ha ufficialmente superato i 10 miliardi di dollari il 15 luglio.

Oltre a Tether, ci sono solo due valute crittografiche che vantano un limite di mercato a dieci cifre (Bitcoin ed Ethereum).

Il mese scorso, l’USDT ha superato il Bitcoin in termini di volume di transazioni giornaliere corrette.

Nell’aprile del 2019, il re delle valute crittografiche ha ceduto terreno anche al suo sfidante in dollari in termini di volume di transazioni in dollari.

No, Bitcoin non se ne va

Tether ha registrato un aumento di oltre dieci volte rispetto al picco del precedente mercato dei tori degli ultimi anni. Viene utilizzato principalmente dai trader per sfuggire alla volatilità durante le flessioni del mercato.

La criptovaluta più popolare è anche ampiamente utilizzata dai commercianti cinesi per aggirare i rigidi controlli sul capitale del paese.

Detto questo, Carter ritiene che il dominio di Tether non minacci l’utilità del Bitcoin e di altre crittocorse:

„Questo non significa che non ci sia un ruolo da svolgere per le crittocittà ’native‘, ma significa che hanno ceduto una frazione della loro utilità propagandata alle più convenienti monete stabili“.

Tether, la cui reputazione è stata infangata da voci di insolvenza e da numerose cause legali, ha messo nella lista nera gli indirizzi dell’Ethereum insieme al suo rivale circolo di emittenti di stablecoin. Se da un lato la mossa è stata necessaria per evitare che i cattivi attori potessero accedere a fondi mal guadagnati, dall’altro ha anche suscitato un dibattito sulla natura centralizzata delle stablecoin.